FIFA 17: la recensione di GamerWall

By Emiliano Spinelli - - Recensioni

La serie di FIFA è in giro da oltre 20 anni e ha visto molti cambiamenti in questo percorso. Alcune aggiunte sono state criticate duramente mentre altre sono semplicemente brillanti. Con uno scintillante motore e una nuova modalità storia, FIFA 17 aggiunge alcune ottime idee ed offre alcuni miglioramenti alla giocabilità, senza però essere esente da alcuni problemi.

Palla al piede, FIFA 17 ha avuto qualche ritocco alle meccaniche di tiro e di passaggio che aiutano la manovra, ma il controllo di palla non è sempre fluido come dovrebbe. I passaggi filtranti possono ora essere eseguiti con maggiore controllo, mettendo più potenza ed effetto per raggiungere con miglior precisione i compagni di gioco, risultando in un miglioramento significante rispetto allo scorso anno.

Il mio problema principale con FIFA 17 è nel controllo. Mentre la nuova fisica permette di difendere la palla a 360°, non aiuta a rendere il gioco fluido in fase d’attacco. Garantisce più soluzioni per la difesa e lo smarcamento, ma collegare tutte queste azioni tra loro diventa un dramma visto che molte animazioni si contrastano. Il controllo in generale non è molto difficile, e riuscire ad andarsene con uno sprint è raro; l’uso dello stick destro per le finte è piuttosto facile, ma uscire da uno spazio stretto risulta difficile.

In ogni partita, la velocità con la quale la palla si sposta da un lato del campo all’altro è troppo repentina. Molto spesso i passaggi di prima creano troppi spazi e l’efficacia di questo stile di gioco avvilisce un gioco più ragionato e fisico. Quest’anno lo smarcamento avviene in modo ottimo da parte dei compagni e servendoli al momento appropriato ci si ritroverà involati a rete senza problemi. D’altro canto, se è vero che la IA si piazza in ottima posizione, non si proporranno mai se la strada è già occupata da un difensore.

I rinnovati calci da fermo sono un eccellente cambiamento e sentirete come se ogni angolo, calcio di punizione o rigore possa avere un migliaio di soluzioni. Su un calcio d’angolo potrete muovere un mirino sull’area per decidere dove spedire la palla in base al caricamento della barra di potenza. In alternativa, potrete selezionare un giocatore in area per muoverlo nella posizione desiderata. Sui calci di punizione potrete spostare il tiratore in varie posizioni, in modo da poter tirare con potenze ed effetti differenti. I rigori vi permetteranno di mirare una volta intrapresa la corsa, in modo da scegliere una conclusione potente o optare per la precisione.

Calcio di punizione in FIFA 17

La modalità regina degli ultimi anni di FIFA, Ultimate Team, è tornata con alcune belle aggiunte per assicurare nuovi modi di giocare. Le sfide sulla costruzione della rosa offrono ricompense esclusive, con difficoltà che vanno da esordiente ad avanzato. FUT Champions offre tornei ad eliminazione giornalieri e una chance di accedere alla lega del fine settimana dove vi sfiderete con gli altri campioni per fantastici premi, tentando la scalata alle classifiche.

Se siete ansiosi di provare la nuova modalità The Journey, non sarete delusi. Nei panni di Alex Hunter, passerete da giocare in campi fangosi della periferia meridionale di Londa ai campi luminosi della Premier League. C’è una trama sorprendentemente buona, che vi vedrà competere col vostro amico d’infanzia Gareth Walker nella ricerca del successo. Ci sono alcuni bei momenti di emozioni e risate, ma non vi svelerò ulteriori sorprese. Dovrete lottare per il posta in squadra allenandovi bene e guadagnandovi la fiducia del mister. La forma fa una grande differenza e buone prestazioni vi aiuteranno a mantenere il posto in squadra. Si può giocare controllando tutta la squadra o solo Alex Hunter; sono un grande fan della modalità Be a Pro, quindi io preferisco controllare solo il 17enne astro nascente. Si sente realmente la pressione di giocare ad alti livelli, specialmente nel proprio debutto. Mi trovavo ad Anfield, in attesa di subentrare dalla panchina e l’intero pubblico ha iniziato a cantare You’ll Never Walk Alone a squarciagola, rendendo il tutto meraviglioso e intimidatorio al tempo stesso. Sono entrato in campo e non sono riuscito a giocare al massimo a causa della pressione.

FIFA 17 The Journey

Potrete formare la personalità parlando coi compagni di squadra, l’allenatore e altri personaggi usando un atteggiamento pacato o aggressivo. Le interviste nel dopogara sono un esempio, dove potrete rispondere alle varie domande con tono arrogante, umile o in modo neutrale. La modalità non è completa o dettagliata come potrebbe essere un Mass Effect o Dragon Age, ma per essere un titolo sportivo è sicuramente stato fatto un buon lavoro. The Journey è un’ottima base di partenza e vi terrà impegnati per un bel po’. C’è una crescita d’esperienza e nelle abilità disponibili. È perfino presente una fan base di Twitter dove potrete guadagnare follower o tweet che vi riguardano. Non vedo l’ora di assistere a cosa si potrà arrivare il prossimo anno, visto che i margini di miglioramento sono esponenziali.

FIFA 17 mostra leggeri cambiamenti alla modalità carriera, come un nuovo sistema finanziario che vi aiuterà a tenere traccia delle entrate e le uscite. Potrete anche creare un avatar del manager, ma le possibilità di personalizzazione sono piuttosto scarse finendo quindi per scegliere quello che vi assomiglia maggiormente. È un’aggiunta estetica carina, ma fine a sé stessa.

Ci sono molte ragioni per apprezzare FIFA 17 e il nuovo motore Frostbite rende meravigliosa la grafica e l’atmosfera. Gli stadi sono resi in modo splendido e l’illuminazione, le animazioni del pubblico e il design dei campi sono bellissimi. È un fantastico gioco che piacerà ai vari fan di FIFA, ma ci sono alcune pecche nel gameplay che impediscono il raggiungimento di un risultato perfetto. Ma non preoccupatevi: FIFA 17 è sicuramente un miglioramento rispetto allo scorso anno, e l’aggiunta della modalità The Journey lo rende senza dubbi un acquisto consigliato.

POSITIVO

  • I calci da fermo rinnovati
  • La nuova modalità The Journey
  • Il motore Frostbite rende i giocatori e gli stadi bellissimi

NEGATIVO

  • Il sistema di controllo a volte impreciso
  • Troppo frenetico in alcuni frangenti
  • Gli avatar dei Manager sono inutili

VOTO 8.6/10